Il “verbo” del senso d’appartenenza

A proposito delle infamie di Parigi e di quando il senso dell’appartenenza si tramuta nella sua forma perversa, per egoismo, individualismo e paura. Perché gli attentati di Parigi hanno così scosso le nostre anime mentre quelli che, solo pochi giorni prima, si erano verificati in altre zone del mondo per mano della stessa famigerata organizzazione terroristica […]

Il “complottismo” serve al sistema?

George Orwell, nel suo romanzo tragico “1984”, preconizza un mondo diviso in tre aree geopolitiche caratterizzate, ciascuna, da un sistema sociale sostanzialmente simile a quello delle altre, in cui ogni individuo rappresenta una sorta di cellula all’interno di un organismo gigantesco, un substrato di qualcosa che lo trascende e lo determina in ogni sua azione. […]